image1 image2 image3
Quinta Lettera Aperta al signor Giorgio Napolitano PDF Stampa E-mail

Add this to your website

Signor Giorgio Napolitano,

voi politici professionisti avete rovinato l'Italia ed i drammatici risultati si vedono e mai  riuscirete a cambiarli in meglio. Voi politici professionisti siete la peggiore piaga che potesse capitare all'Italia.

Siete lì pronti a reiterare il perverso gioco delle parti, con nuovi progetti per alleanze, alchimie, dichiarazioni d'appartenenza a destra o a sinistra o, perchè no, al centro per soffiare sul fuoco della disputa politica  in nome degli Italiani, come se nulla fosse accaduto, senza minimamente accusare il peso delle gravi colpe di cui vi siete macchiati ma nell'interesse vostro e di pochi privilegiati alla faccia del popolo dei pecoroni italiani.

Avete rovinato l'Italia grazie alla stupida complicità di noi italiani che, o condizionati dalla speranza per un futuro migliore, o ispirati dall'illusoria attiva partecipazione alla vita pubblica del Paese, o attratti dalle promesse di tanti di voi per un veloce impiego ( raccomandazioni, voto di scambio ), ci siamo fatti irretire da quella costante contrapposizione di parte, come fossimo tifosi di questa o quella squadra di calcio, lasciandovi gestire liberamente e perversamente le problematiche varie della vita sociale e pubblica del Paese, arrecando i noti gravissimi dànni.

Io . Italia , signor Giorgio Napolitano, è un'assosizione politica costituita per offrire agli Italiani un'alternativa elettorale ai vostri partiti di corrotti politici di professione.

Io . Italia è attualmente un partito non partito, un contenitore colmo di rivoluzionarie proposte socio/politiche con cui rifondare il Paese e migliorare la vita economico/sociale degli Italiani.

Io . Italia è un contenitore vuoto e tale rischia di rimanere se ci sarà la vostra prossima vittoria elettorale, se invece troverà i sufficienti convergenti consensi dei ravveduti Italiani per vincere le elezioni con più del 51% dei voti, potrà iniziare la propugnata, equa e civile rivoluzione sociale.

Io . Italia non promette altro agli elettori italiani, non blandisce o lusinga le loro coscienze con false promesse per privilegi particolari, non cerca il consenso degli Italiani: Io . Italia spera che gli Italiani confluiscano spontaneamente e scelgano liberamente i loro candidati.

La saluto, signor Giorgio Napolitano.

Per un nuovo inizio.

Olindo Virgili

Tarquinia, 13 Agosto 2012


 

Add comment


Security code
Refresh

Richiedi informazioni

E-mail:
Oggetto:
Messaggio:

Login